Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 

Cara Signora...Lettere di Ezio Franceschini a Elisabetta (1956-1983)

A cura di Elisabetta Pontello Negherbon

Bros.  pp. XIV-128, € 19
CollanaCarte e carteggi. Gli archivi della Fondazione Franceschini, 12
anno2006
isbn88-8450-221-7
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
Ezio Franceschini «vedeva per così dire fisicamente intorno ad ogni persona un "muro" fatto di resistenze, di pudori invalicabili. Quanto a sé, con la semplicità radicale che gli era propria, cercò di togliere tutti i mattoni di tale "muro" per presentarsi alla persona amica "interamente spoglio", disponibile ad un incontro totale. E quando una simile operazione scattava nell'altro, ne nasceva un'amicizia vera, nell'amore di Dio. Con Mietta questa operazione si era verificata: "Ogni muro è caduto fra noi da quando mi hai consegnato un piccolo diario... L'amicizia, quella vera, non ammette ostacoli né segreti. Di nessun genere" (lettera del 10/2/76)», dalla Presentazione di Francesca Minuto Peri. Per questa testimonianza viene pubblicato l'epistolario che Ezio Franceschini intrattenne con Elisabetta Pontello fino alla vigilia della morte
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK