Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 

Maria, l'Apocalisse e il Medioevo

Atti del III convegno mariologico della Fondazione Ezio Franceschini con la collaborazione della Biblioteca Palatina di Parma (Parma, 10-11 maggio 2002)

A cura di Clelia Maria Piastra e Francesco Santi

Ril.  pp. X-154, € 39
CollanaMillennio Medievale, 061
SottocollanaAtti di Convegni, 18
anno2006
isbn88-8450-183-0
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
Maria nel Nuovo Testamento è mater abscondita, nel Medioevo diviene la donna dell'Apocalisse, mulier amicta sole et luna sub pedibus eius et in capite eius corona stellarum duodecim (Ap 12). La storia di questa acquisizione esegetica e delle sue enormi conseguenze storiche e culturali è discussa in questo volume, considerando fonti letterarie ed iconografiche, con gli interventi di Gianni Baget Bozzo (La figura unica e universale di Maria), Alberto Valentini (La Donna dell'Apocalisse e la sua simbologia), Claudio Leonardi (La vergine Maria in Ambrogio Autperto), Guy Lobrichon (Les maîtres francs et l'histoire de la Femme), Ferruccio Gastaldelli (Il sermone "De muliere amicta sole" di Goffredo d'Auxerre e un confronto con san Bernardo), Francesco Santi (Maria e l'Apocalisse in Hadewijch), Yves Christe (La femme d'Ap 12 dans l'iconographie des XIe-XIIe siècles), Fabio Bisogni (Le visioni della Donna e del drago nei cicli monumentali dell'Apocalisse nel Trecento in Italia).
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK