Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 
Iacopo Stefaneschi

De centesimo seu iubileo anno. La storia del primo giubileo (1300)

A cura di Claudio Leonardi. Testo critico di Paul Gerhard Schmidt. Traduzione e note di Antonio Placanica

Ril.  pp. XIX-114, € 23
CollanaEdizione Nazionale dei Testi Mediolatini, 01
SottocollanaSerie II, 01
anno2001
isbn88-87027-77-3
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
Il Giubileo del 1300 rappresentò il felice recupero istituzionale, operato da Bonifacio VIII, d’un moto spontaneo e improvviso della religiosità tardo-medioevale, mossa dall’aspirazione alla salvezza individuale e collettiva attraverso il pellegrinaggio, il pentimento e l’indulgenza. Il De centesimo seu iubileo anno liber di Iacopo Stefaneschi, cardinale diacono di San Giorgio al Velabro, ne costituisce la prima e più completa narrazione cronachistica, sostenuta da una riflessione teologica sul valore dell’indulgenza e sui suoi rapporti con la dottrina sacramentale e con la funzione della Chiesa. Cultura giuridica, esperienza amministrativa e perizia liturgica consentono all’autore, testimone diretto dei fatti, di cogliere i concreti aspetti organizzativi dell’evento che suscitò profonda impressione nei contemporanei, come Giovanni Villani e Dante. Dalla studiata asperità dell’arduo latino dello Stefaneschi - il cui opuscolo viene qui per la prima volta edito criticamente con traduzione e commento - emerge il significato storico e spirituale del Giubileo, memoria centenaria dell’avvento di Cristo nella storia del mondo.
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all�uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
adidas superstar stan smith nere superstar scarpe adidas superstar 80s adidas superstar monocolore
OK