Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 

Carte della Badia di Settimo e della Badia di Buonsollazzo nell'Archivio di Stato di Firenze (998-1200)

A cura di Antonella Ghignoli e Anna Rosa Ferrucci

Bros.  pp. LXIV-330 + 17 tavv. f. t., € 55
CollanaMemoria Scripturarum, 02
SottocollanaTesti latini, 02
anno2004
isbn88-8450-104-0
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
Due abbazie del contado fiorentino, in origine indipendenti: la Badia di Settimo e la Badia di Buonsollazzo. L'una, sorta agli inizi del Mille e al centro di poteri comitali, di movimenti religiosi e di tensioni politiche; l'altra, sorta nella seconda metà dello stesso secolo e indubbiamente più ai margini. Ma la parabola della loro stagione benedettina, finita con la riforma cisterciense, determinerà più tardi, nel 1320, la dipendenza della seconda dalla prima e accomunerà anche le sorti dei loro archivi, che nel secolo XVII giungeranno a fondersi l'uno con l'altro, irreversibilmente. Da ciò che resta degli antichi archivi della Badia di Settimo e della Badia di Buonsollazzo si pubblicano ora in edizione critica tutti i testi documentari anteriori al 1200. Testi di notai, privilegia e litterae d'imperatori, papi e vescovi: i documenti della prassi giuridica altomedievale. Destinate ai due monasteri e concernenti la loro storia, queste carte sono anche fonti - fra le altre - per la storia d'un territorio nell'altomedievo giunte attraverso archiva ecclesiastici che trasmettono, unici - e mai neutri - la documentazione di questo periodo.
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK