Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 
Falcone di Benevento

Chronicon Beneventanum. Città e feudi nell'Italia dei normanni

A cura di Edoardo D'Angelo

Bros.  pp. CLXXXII-322, € 54
CollanaPer Verba. Testi mediolatini con traduzione, 09
anno1998
isbn88-87027-17-X
Disponibilitàesaurito
  
 stampa scheda
 
   
Il Chronicon Beneventanum (1102 - 1140) di Falcone, notaio e giudice a Benevento, descrive quarant’anni turbinosi e violenti, ma cruciali per la storia (anche culturale) europea, agitati dagli ultimi sviluppi della Riforma gregoriana e della lotta per le investiture, dall’affermazione del fenomeno cavalleresco e di quello comunale (in Italia) e dalla nascita del movimento crociato. Sono anni decisivi, in particolare, anche per l’Italia meridionale, dove si realizza lo scontro tra la volontà imperialistica di Ruggero II d’Altavilla e l’autonomismo anarchico dei feudatari normanni del ducato di Puglia. La città di Benevento, per parte sua, avamposto di trincea della politica pontificia nel Mezzogiorno (e forse unica, larvata esperienza comunale in quelle regioni), diventa così il terminale delle decennali guerre che conducono alla fondazione di quel Regnum, destinato a durare, per lo più inalterato, fino alla conquista garibaldina. Attraverso un ‘fuoco’ tutto beneventano, attraverso gli occhi di un importante funzionario dell’aministrazione cittadina scorrono gli eventi militari, diplomatici, religiosi, le ferocie, la pietà, gli eroismi e le vigliaccherie di un mondo multietnico e policentrico giunto a una svolta epocale, al quale la scrittura storica cerca disperatamente di dare una qualche coerenza sia politica sia etica.
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK