Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 

Entre Dieu et Satan: les visions d'Ermine de Reims. Recueillies et transcrites par Jean Le Graveur

Présentées, éditées et traduites par Claude Arnaud-Gillet. Préface d'André Vauchez

Ril.  pp. 288, € 54
CollanaMillennio Medievale, 003
SottocollanaTradizione Profetica, 01
anno1997
isbn88-87027-07-2
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
Qualche anno dopo la morte di Erminia (25 agosto 1396), il suo confessore Jean le Graveur, appartenente all’ordine del Val des Écoliers di Reims, ha redatto, con l’aggiunta di osservazioni personali, un racconto in tre parti delle visioni della donna: visioni essenzialmente diaboliche, come anche celesti, riguardanti le numerose tentazioni e tribolazioni inflitte dai demoni e l’immagine della Passione di Cristo. Il manoscritto è stato sottoposto all’approvazione del Cancelliere Jean Gerson che, pur riconoscendo l’ortodossia della fede e della vita di Erminia, non se ne augurò una larga diffusione, temendo la scorretta interpretazione che avrebbero potuto farne i fedeli, cattivi conoscitori della Scrittura. Il volume presenta le edizioni delle diverse redazione della Vita, l’una in francese (di cui ci restano due manoscritti) e l’altra in latino (rappresentata da tre testimoni).
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK