Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 

L'aldilà nel Medioevo. Il Purgatorio di san Patrizio

A cura di Giovanni Paolo Maggioni, Roberto Tinti e Paolo Taviani

eBook   € 7,99
Collanamedi@evi. digital medieval folders, 19
anno2018
Disponibilitàdisponibile
  
 stampa scheda
 

acquista eBook
per Kindle PDF ePub
 
edizione integrale a stampa  
 
   

“A tutti fa paura l’ignoto…” ma non al cavaliere Owein che, per espiare i suoi peccati, decide di intraprendere il viaggio nell’aldilà. Accedendo infatti a quella “fossa buia di forma circolare”, risalente già al tempo di san Patrizio in Irlanda, assiste e subisce egli stesso le più terribili pene, prima di giungere alla contemplazione della beatitudine paradisiaca e poi ritornare, con riluttanza, alla sua vita sulla terra. Il Purgatorio di san Patrizio del monaco di Saltrey, scritto tra il 1179 e il 1186, è il testo che maggiormente contribuì, rielaborando la tradizione classica e cristiana, non solo a diffondere una delle leggende più potenti dell’aldilà, quella del pozzo di San Patrizio, tradizionalmente collocato in un’isola del lago Derg, — oggetto di pellegrinaggio dal Medioevo fino ai nostri giorni —, ma anche alla codificazione letteraria del concetto del Purgatorio prima della Commedia di Dante.

     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK