Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 
d'Arco Silvio Avalle

Le forme del canto. La poesia nella scuola tardoantica e altomedievale

A cura di Maria Sofia Lannutti

Bros.  pp. VIII-566, € 68
CollanaQuaderni di Stilistica e metrica italiana, 07
anno2017
isbn978-88-8450-774-7
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
Il volume raccoglie quasi tutti i saggi metrici di Avalle, secondo il progetto, rimasto incompiuto, al quale il grande studioso lavorò tra la fine degli anni Ottanta e la prima metà degli anni Novanta, con l’intenzione di dare vita a un vero e proprio bilancio della riflessione intorno alle strutture formali della poesia medievale latina e romanza che ha accompagnato tutta la sua attività di ricerca. Negli otto capitoli che lo costituiscono, e che riguardano in primo luogo la versificazione e i generi, riservando alla rima un posto marginale, i dati tecnici che derivano dalla lettura dei trattati e dei testi della tarda antichità e del medioevo diventano funzionali a una ricostruzione storiografica di ampia portata, che eleva la metrica a parametro della nostra cultura. L’analisi delle forme interagisce con la semiologia e con la filosofia, ma soprattutto rivela l’originario legame della poesia con la musica, che rappresenta il più forte trait d’union del volume. Nella visione di Avalle, la poesia è canto, musica in sé in virtù dell’armonia delle sue proporzioni, che possono essere percepite solo attraverso l’esecuzione, secondo una tradizione di pensiero che dal De musica di Agostino e il De institutione musica di Boezio attraversa i secoli, essendo ancora viva nel Trecento, dal De vulgari eloquentia di Dante fino all’Art de dictier di Eustache Deschamps. In questa visione, il rapporto poesia/musica è la chiave metodologica per affrontare il problema delle origini degli istituti metrici e per impostare la loro corretta valutazione in sede filologica e interpretativa. Un filo rosso che accomuna la poesia del medioevo al di là dei confini linguistici, geografici e cronologici, e che si spiega alla luce del sistema culturale della scuola tardoantica e altomedievale.
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK