autori 
 argomenti 
 Avviso per gli acquirenti 
Gli ordini pervenuti nel periodo 22 dicembre – 7 gennaio potranno subire dei ritardi.
Vi auguriamo Buone Feste e un sereno 2018.
 Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 
Nausica Morandi

L'Officium Stellae. Studio comparativo e trascrizione dei testimoni liturgico-musicali

Bros.  pp. XXXII-468, € 65
CollanaLa Tradizione Musicale. Studi e testi, 17
anno2016
isbn978-88-8450-690-0
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
L'Officium Stellae, dramma liturgico-musicale medievale dell'Epifania, viene trattato da un punto di vista plurimetodologico e interdisciplinare, rivelandone caratteristiche poco e per nulla note e, per la prima volta, ne viene reso edito l'intero corpus dei cinquanta testimoni, venti dei quali venuti alla luce proprio nel corso delle presenti ricerche. L'opera mette in luce in modo inedito, non solo l'ampia diffusione cronologica (dal X al XVI secolo) e geografica delle fonti (dieci nazioni dalla Spagna all'Ungheria e dal Regno Unito all'Italia meridionale e insulare), ma attraverso un sistema d'analisi sincronico e diacronico, traccia la rete di relazioni che legano i testimoni appartenenti a tradizioni manoscritte tanto diverse. Ogni capitolo riserva particolare attenzione all'interazione dei diversi codici espressivi (testuale, musicale, liturgico-rituale e drammaturgico), poiché la loro sinergia costituisce la vera efficacia espressivo-comunicativa dei contenuti dogmatici, teologici e simbolici del dramma. Il primo capitolo inizia con l'esposizione dei caratteri generali relativi all'origine della denominazione del dramma, alla cronologia, alla diffusione dei suoi testimoni e ai fenomeni di produzione e ricezione, per poi esaminare la rete di relazioni fra l'Officium Stellae e la liturgia, quale contesto di appartenenza e di fruizione. L'attenzione viene poi volta allo studio delle fonti dei testi e dei personaggi del dramma così da comprendere l'origine di un repertorio ampio, formatosi attingendo ad una pluralità di fonti liturgiche, paraliturgiche e letterarie. Il secondo capitolo tratta della tradizione manoscritta e delle relazioni fra i testimoni del dramma, sia fornendo una scheda analitica per ognuno dei cinquanta testimoni, che presentando un'analisi comparativa delle strutture testuali e dei nuclei dialogici (con tavole individuali dei testimoni, sinossi cronologiche e indici dei brani), delle strutture musicali (con sinossi musicali dei brani e approfondimenti relativi alla funzionalità della notazione e all'impianto modale) e delle strutture drammaturgiche (con tavola analitica delle rubriche). Il terzo capitolo presenta l'edizione dei testi del dramma. Nel quarto capitolo le tradizionali metodologie di ricerca entrano in sinergia con le moderne tecnologie del restauro e della ricostruzione digitale e con quella innovativa del ricalco digitale delle fonti, di particolare rilevanza per fronteggiare i noti problemi di trascrizione delle fonti adiastematiche. Infine, il quinto capitolo presenta le trascrizioni musicali dei testimoni con l'utilizzo di specifici programmi informatici e fonts. L'interesse crescente che i presenti studi su questo dramma hanno suscitato nella comunità accademica internazionale di musicologi, liturgisti, storici del teatro e letterati, coniugato all'approccio interdisciplinare, d'ampio raggio, rigoroso e tecnico, rendono l'opera fruibile da un pubblico vasto di studiosi.
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK