Cerca 
 Ricerca Autori medievali
 
 precedente        
         
 

Athanasii Alexandrini Opuscula Omnibono Leoniceno interprete

A cura di Silvia Fiaschi

Ril.  pp. LXIV-361 + 4 tavv. f .t., € 65
CollanaIl Ritorno dei Classici nell'Umanesimo, III.2
SottocollanaTraduzioni, 02
anno2006
isbn88-8450-190-3
Disponibilitàdisponibile
  
 aggiungi al carrello |  stampa scheda
 
   
La fortuna umanistica di sant'Atanasio (IV sec. d.C.), uno dei Padri greci più letti ed apprezzati nel Quattrocento, fu determinata sia dalle istanze conciliari, che spinsero a riscoprirne, ricercarne, analizzarne i testi, sia dall'interesse suscitato dalla vita e dagli scritti di questo grande rappresentante della lotta contro Ario in alcuni dei maggiori intellettuali dell'epoca che gli dedicarono biografie e ne tradussero le opere. I nove opuscoli volti in latino da Ognibene de' Bonisoli da Lonigo intorno alla metà del secolo e dedicati a Paolo II rappresentano senza dubbio l'espressione più significativa del consenso riscosso dal Patriarca Alessandrino. Tali versioni, che costituirono il primo consistente corpus atanasiano messo in circolazione in Occidente anche grazie all'editio princeps del 1482, furono esplicitamente utilizzate nell'ambito della propaganda antiturca. Data l'ampiezza e la difficoltà dei testi affrontati, esse assumono un notevole rilievo filologico, perché permettono di valutare a pieno la tecnica e le capacità interpretative del Bonisoli, e diventano di conseguenza un prezioso strumento di conoscenza del metodo impartito alla scuola di Vittorino da Feltre, di cui il Leoniceno fu uno dei più fedeli proseliti.
     
     
         
Questo sito utilizza Cookies per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi. Proseguendo la navigazione acconsente all’uso dei Cookies (informativa estesa)
We use cookies to enhance your visit. By continuing to browse the site you approve our Cookie Policy
OK